Mostre

Mostre

Il Grand Tour e le origini del 3D - Arezzo

Arezzo, Basilica di San Francesco (spazi espositivi) - 1 aprile / 1 novembre 2017

DOPO IL GRANDE SUCCESSO DELLA PRIMA EDIZIONE, ORGANIZZATA AL MUSEO NAZIONALE DI VILLA PISANI A STRA (VENEZIA) NEL 2016, TORNA LA MOSTRA-EVENTO IL GRAND TOUR E LE ORIGINI DEL 3D. LA PROSSIMA TAPPA E' AREZZO, DAL 1 APRILE AL 1 NOVEMBRE 2017, NEGLI SPAZI ESPOSITIVI DELLA BASILICA DI SAN FRANCESCO / AFFRESCHI DI PIERO DELLA FRANCESCA E AL MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE "GAIO CILNIO MECENATE".

Non è la solita mostra. E' un duplice viaggio: nel tempo, perchè ha luogo più di cento anni fa, tra il 1860 e il 1920. E nello spazio, attraverso l'Europa e il Mediterraneo, dai fiordi norvegesi alle piramidi dell'Antico Egitto, alla scoperta di un mondo che non esiste più, dove Istanbul si chiamava Costantinopoli e a Roma si poteva assistere alle esecuzioni capitali con ghigliottina. Ed è un viaggio straordinario, in 3D: tecnica oggi diffusa al cinema e in televisione, ma inventata nella seconda metà dell'800. Allora si chiamavano stereoscopie, ma l'effetto era lo stesso: "entrare" nelle immagini, quasi a toccare con mano cose e persone, sentendosi dentro a quel luogo, in quel preciso momento.    

La Basilica di San Francesco e il Museo Archeologico Nazionale “Gaio Cilnio Mecenate” di Arezzo
presentano una esposizione dedicata al Grand Tour, quel favoloso, ormai mitico viaggio che i
giovani aristocratici di tutta Europa intraprendevano alla scoperta dei luoghi ricchi di cultura, in
primis l’Italia, ma anche la Grecia, il mondo islamico in Turchia, la culla del Cristianesimo a
Gerusalemme fino all’antichissimo e misterioso mondo degli antichi egizi sulle rive del Nilo.

In mostra negli spazi espositivi di San Francesco 300 fotografie stereoscopiche originali, che
documentano gli itinerari del Gran Tour e i suoi luoghi più celebri visitati, e una selezione di
macchine fotografiche e visori stereoscopici, che fanno di questa mostra un evento d’eccezione e
un’occasione da non perdere.
La sezione della mostra dedicata ad Arezzo, Arezzo tra i due secoli. Viaggio nella città "calma e
ridente", organizzata in collaborazione con il FotoClub La Chimera di Arezzo, presenta 57 fotografie che raccontano una città definita “calma e ridente” dallo storico dell’arte francese Eugène Müntz e che costituiva una tappa, sia pure secondaria, del percorso che conduceva i viaggiatori del Grand Tour verso Roma.
In mostra è inoltre allestita una sala cinematografica nella quale viene proiettato il film innovativo e
spettacolare in 3D, che fonde la nostra memoria storica con le nuove tecnologie e la tridimensionalità.
Realizzato con le stereoscopie originali esposte in mostra e arricchito da animazioni 3D, effetti speciali
e una colonna sonora originale, il cortometraggio conduce in un vero e proprio viaggio nel tempo
attraverso l’Europa, il Nord Africa e il Medio Oriente: il visitatore, dotato di occhialini 3D, si ritrova
a muoversi letteralmente «dentro» luoghi e città dell’Ottocento.
Il Museo Archeologico Nazionale “Gaio Cilnio Mecenate” ospita infine la sezione della mostra
incentrata sulle grandi scoperte archeologiche e sul fascino che esse suscitavano nei viaggiatori del Grand Tour, che visitavano scavi e collezioni di antichità, per conoscere le civiltà e i luoghi del
passato, come Pompei, di cui sono presentate settanta immagini stereoscopiche.

La mostra è curata dal Prof. Alberto Manodori Sagredo, è organizzata da Munus e dalla Direzione del Polo Museale della Toscana, patrocinata dal Comune di Arezzo e dalla Regione Toscana, realizzata in collaborazione con il Fotoclub La Chimera di Arezzo e la Link Campus University di Roma e con il contributo di Argenterie Giovanni Raspini e Caffè Corsini. Media Partner La Nazione e Teletruria.

Clicca qui per vedere il trailer del film il 3D "Il Grand Tour e le origini del 3D"

 

Info e prenotazioni
+39.0575.352727- www.pierodellafrancesca-ticketoffice.it

Orari
Basilica di San Francesco – Affreschi di Piero della Francesca
da lunedì a venerdì dalle 9 alle 19, sabato dalle 9 alle 18,00, domenica dalle 13 alle 18,00

Museo Archeologico Nazionale “Gaio Cilnio Mecenate”
da lunedì a sabato dalle 8,30 alle 19,30, domenica dalle 13,30 alle 19,30

Biglietti
- con il biglietto cumulativo Basilica San Francesco + Museo Archeologico + Museo Casa Vasari: € 3,00.
- solo mostra: intero € 6, ridotto € 4, scuole € 3

Torna Indietro

Questo sito utilizza cookies per migliorare la tua esperienza di navigazione e offrirti il miglior servizio possibile. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.